Scopa elettrica

scopa elettrica miglioreQuesto sito nasce con l’intenzione di aiutare tutti quegli utenti che sono alla ricerca di una scopa elettrica. Se sei arrivato fin qui è probabilmente perché non sai quale sia il modello che più si adatta alle tue esigenze, alle tue tasche e alle tue necessità. In effetti, il mercato delle scope elettriche è abbastanza saturo di modelli. Tuttavia, è possibile fare una prima grande divisione, i modelli a cavo e quelli che ne sono sprovvisti. Partendo da questi presupposti e magari facendo qualche valutazione sul budget che hai a disposizione, potrebbe essere già più chiaro quale sia la migliore scopa aspirapolvere per te.

Prima di procedere quindi al tuo prossimo acquisto, cerca di capire quali siano le tue reali esigenze, le caratteristiche che più t’interessano e le differenze che ci sono tra un modello e l’altro. I prossimi paragrafi ti aiuteranno a capire questo e molto altro ancora. Inoltre, potrai approfondire la tua conoscenza con la lettura degli articoli a corredo di questa pagina. Iniziamo subito però con qualche numero, nella seguente tabella troverai diverse informazioni riguardanti i modelli di scopa più in voga del momento, ognuno con le sue caratteristiche e le differenze tra l’uno e l’altro modello.

Confronto delle migliori scope elettriche

ProdottoAutonomiaCapacità contenitoreVoltaggioPrezzo
Rowenta RH8871 Air Force Extreme
Rowenta RH8871
55 minuti0.90 litri25.2 V€€€
Electrolux ZB5012
Electrolux ZB5012
60 minuti0.80 litri25.2 V€€€
Rowenta RH8775 Air Force Extreme
Rowenta RH8775 Air Force
45 minuti0.90 litri24 V€€
De Longhi XLR25LM Colombina Cordless
De Longhi XLR25LM-BL
35 Minuti1 litro24 V€€
Bosch BBHMOVE6 2 in 1
Bosch BBHMOVE6
30 minuti0.30 litri18 V
Hoover ATN300B Athen
Hoover ATN300B
60 minuti1 litro30 V€€

Autonomia: il dato indica nella misura dei “minuti” il tempo massimo che può restare in funzione
Capacità del contenitore: indica in “litri” la capacità massima del contenitore che raccoglie polvere, briciole e sporco in generale
Tensione di rete: indica la tensione necessaria ad alimentare la scopa, misura viene espressa in Volt
Prezzo: fino a 150 euro €; da 151 euro a 200 euro €€; oltre i 201 euro €€€

Come scegliere una scopa elettrica

In commercio ci sono moltissimi tipi differenti di scope elettriche o aspirapolveri. Ovviamente se non si è degli esperti nel campo è difficile orientarsi, capire quale siano le caratteristiche che più ci interessano e quali meno. Scegliere una scopa quindi non è così semplice come pensavi. Per prima cosa, secondo il mio parere, bisogna stabilire che tipo di utilizzatore sei. Ti faccio qualche esempio. Un single ha delle esigenze diverse da quelle di una mamma. Solitamente la casa dei single c’è più spazio, ma meno tempo. Nelle case numerose invece troviamo magari più tempo, ma con molte più cose tra i piedi, questo porterà a scegliere una scopa più maneggevole e leggera.

C’è poi da tener conto dei propri gusti ed esigenze. In commercio ad esempio troviamo aspirapolveri senza fili, certamente più comode, poiché non rischieremo mai di inciamparci dentro, ma per molti è una soluzione scomoda, perché non dà la possibilità di spazzare per tutto il tempo che si desidera, queste scope hanno un’autonomia limitata, i modelli migliori (come avrai potuto intuire anche dalla tabella qui in alto) arrivano al massimo a 60 minuti di autonomia e nemmeno alla massima potenza. A proposito di potenza, molte persone sono convinte (e in molti casi a ragion veduta) che le scope elettriche alimentate con il cavo, siano più potenti di quelle a batteria, che, in effetti, superato un certo limite di ricarica, tendono a perdere un po’ della loro forza aspirante.

Altro aspetto che sta a cuore a molte persone è la possibilità di utilizzare la scopa elettrica senza il famoso sacchetto, in pratica con questa soluzione, abbiamo un serbatoio che si riempie e che va poi svuotato nella spazzatura. Una soluzione più pratica, ma certamente meno igienica se ci pensi bene. Nel caso delle scope elettriche a sacchetto invece, la soluzione sembra essere notevolmente più igienica, non si viene mai a contatto con la polvere, e in generale sono più consigliate a chi ha problemi di allergia. In ogni caso, sono tutti aspetti che vanno valutati uno ad uno a seconda dei casi e delle esigenze. Come scegliere una scopa non è semplice, ma valutando tutti questi parametri si può arrivare ad una soluzione.

Scopa ricaricabile senza fili, quanti Volt?

Quando si acquista una scopa elettrica ricaricabile senza fili, sulla confezione bisognerebbe cercare l’indicazione del consumo orario dell’elettrodomestico, che generalmente ci viene indicato in Volt. Molte persone sono invece abituate a valutare le aspirapolveri a seconda della potenza espressa in Watt, quindi hanno un po’ di difficoltà quando si trovano dinanzi a qeusti nuovi modelli senza filo. Molte volte mi è stata fatta la domanda: a quanti Watt corrisponde una scopa elettrica a 18 V? la risposta non è così semplice. I Volt si misurano dividendo i Watt per gli ampere. Quindi per conoscere a quanti Watt corrisponde una scopa da 18 V, bisogna moltiplicare 18 per gli ampere.

Da questa formula si può facilmente intuire che all’aumentare dei volt (a parità di ampere), la potenza della scopa aumenta, di conseguenza la capacità di aspirare della scopa è migliore. In pratica una scopa elettrica senza fili da 12 V in teoria sarà meno potente di una scopa elettrica ricaricabile a 18 V. dico in teoria perché non conta soltanto la potenza espressa in Volt per determinare se una scopa elettrica ricaricabile sia migliore o meno di un’altra. Bisogna prendere in considerazione anche altri dati, come la bontà di progettazione dell’elettrodomestico e diversi altri fattori. Sulla potenza aspirante dell’aspirapolvere ad esempio possono influenzare anche la qualità del filtro. Ti sei mai accorto che quando il filtro è intasato l’aspirapolvere è meno potente? Eppure i volt sono sempre quelli!

La gestione del flusso d’aria, le capacità del filtro, la sua pulizia, sono tutti aspetti che influenzano le buone capacità aspiranti di una scopa elettrica ricaricabile. I sistemi aspiranti più moderni sono dotati di un sistema di filtraggi migliore rispetto alle vecchie scope elettriche, che aspiravano la polvere da una parte, per gettarla dall’altra. Inoltre i condotti si sporcavano molto di più, intasando un po’ alla volta l’aspirapolvere, che di conseguenza, dopo qualche anno perdeva costantemente in termini di potenza. Le ultime aspirapolveri senza filo sono dotate di un sistema di filtraggio “ciclonico” che si è dimostrato migliore rispetto a tutti quelli presenti ora in commercio, questo possiede una gestione del flusso d’aria incredibile.

Scopa elettrica migliore

Come avrai capito fin qui, ci troviamo di fronte ad un campo sterminato di modelli, che è quasi impossibile scegliere esattamente il numero uno. Però c’è sempre un prodotto migliore per ognuno di noi. In pratica non si tratta di scegliere il migliore in generale, ma quello più adatto alle proprie esigenze, quello che più si avvicina alla cifra che vogliamo spendere e che meglio si adatti all’utilizzo che ne faremo. Secondo tutti questi parametri o stilato una mia classifica personale:

  1. Rowenta RH8871 Air Force Extreme
  2. Electrolux ZB5012
  3. Rowenta RH8775 Air Force Extreme
  4. De Longhi XLR25LM Colombina Cordless
  5. Bosch BBHMOVE6 2 in 1
  6. Hoover ATN300B Athen

Sono tutti ottimi prodotti, ma chi per una cosa e chi per l’altra hanno qualcosa di diverso. Hai già pensato a quelle che sono le Tue esigenze? Facendo anche tu un paragone potrai allo stesso modo fare una tua classifica generale, che in seguito ti sarà utile per prendere una decisione. Se invece ancora non ti senti pronto puoi tranquillamente continuare nella lettura e scoprire perché dovresti acquistare una scopa!

Perché acquistare una delle scope elettriche?

Rispondere a questa domanda è abbastanza semplice se nella tua vita hai già utilizzato una scopa elettrica ricaricabile, un aspirapolvere a traino o un qualsiasi elettrodomestico elettrico aspirante. I vantaggi rispetto alla scopa tradizionale sono notevoli. Innanzitutto, bisogna ricordare che con una scopa normale non si raccoglie lo sporco o la polvere, ma lo si sposta soltanto da un luogo ad un altro. Tutta questa polvere, che durante lo spostamento per metà si alza nell’aria, va poi raccolta, con tutte le difficoltà del caso che conosciamo. Alla fine c’è il rischio concreto, che sia più la polvere che aspiri, piuttosto che quella che raccogli.

perchè acquistare una scopa elettricaL’uso della scopa elettrica ha notevolmente migliorato la vita di moltissime casalinghe. Oggi possedere in casa un sistema aspirante è la norma, perché i vantaggi rispetto ai sistemi tradizionali sono tantissimi e sotto gli occhi di tutti. È piuttosto difficile non trovare un’aspirapolvere in una casa al giorno d’oggi. Tra i vantaggi più evidenti ricordiamo la velocità con cui si raccoglie la polvere e lo sporco con questo sistema rispetto ad uno tradizionale. Inoltre la qualità del lavoro eseguito da una scopa elettrica rispetto ad una tradizionale è nettamente in favore della prima.

C’è da ricordare infine, che con la scopa tradizionale possiamo soltanto raccogliere ciò che vediamo, infatti, ciò che non è possibile vedere ad occhi nudi, continua a restare sui nostri pavimenti, o ad esempio nei nostri cuscini o materassi. Hai mai provato a pulire un materasso con una scopa? Ovviamente no, perché non è possibile spazzare dentro ad un materasso, ma puoi pulirlo passandoci sopra con un aspirapolvere, operazione che puoi fare anche sui cuscini. Le aspirapolveri, infatti, sono gli elettrodomestici più apprezzati e utilizzati dai soggetti allergici alla polvere e agli acari.

Quanti tipi di aspirapolvere abbiamo in commercio?

Fino ad ora ti ho detto che in commercio ci sono moltissimi tipi di aspirapolvere, ma ancora non ti ho detto quali essi siano. Nel prossimo elenco troverai tutte le tipologie di aspirapolvere che puoi acquistare, seguiti da una piccola scheda per evidenziarne le proprie caratteristiche:

  • Scopa elettrica: tra tutti i sistemi di aspirazione, la scopa è probabilmente la soluzione più conosciuta. La sua fortuna si deve al fatto che il suo corpo possiede tutto ciò che serve per aspirare qualsiasi cosa dai nostri pavimenti, nel corpo infatti si trovano motore, serbatoio di raccolta, una testa per aspirare, il manico ergonomico e il cavo di collegamento. Non serve altro, se non trovarne una maneggevole e leggera.
  • Aspirapolvere a traino: Questo tipo di aspirapolvere (conosciuti anche come “con carrello”), hanno un corpo distaccato dalla scopa. In pratica il sistema si compone di due parti principali, una scopa, dotata di manico, tubo e testa aspirante e un corpo, in cui è inserito il motore, il serbatoio contenitore e solitamente è dotata di ruote per seguire i nostri movimenti. In generale questi sistemi sono più potenti delle normali scope elettriche, in quanto il distaccamento del motore porta ad averne uno più grande e quindi di maggiore potenza.
  • Robot aspirapolvere: sono la novità di questi ultimi anni. Sono dei sistemi di aspirazione autonomi. In pratica si gestiscono da soli, girano per tutta casa e raccolgono la polvere senza la nostra assistenza. I modelli più moderni sono dotati di mappatura della casa, per controllare i posti in cui sono già passati e quelli dove ancora devono arrivare, telecamere e sensori per riconoscere gli ostacoli per non cadere dalle scale. Non sono ancora il massimo in quanto a qualità di aspirazione, ma siamo certi che la loro evoluzione sia solo all’inizio.
  • Aspirabriciole: gli aspirapolveri portatili, conosciuti appunto anche come aspirabriciole, sono dei piccoli sistemi aspiranti che è possibile tenere in mano e portarli ovunque. Sono adatti per aspirare nei luoghi dove non andremmo mai a poggiare un aspirapolvere classico, ad esempio su un tavolo, all’interno di un’automobile o in tanti altri luoghi. Solitamente sono a batteria, ma ci sono anche diversi modelli di aspirabriciole dotati di cavo di alimentazione a 12 V per l’auto.
  • Bidone aspiratutto: questo sistema di aspirazione è molto utilizzato per la pulizia di ambienti molto grandi, sia interni che esterni. È molto simile ad un’aspirapolvere a traino, ma con la differenza che qui il bidone è molto più capiente. Questo aspiratutto infatti è in grado di raccogliere sia lo sporco più piccolo, ma anche vetro e liquidi. Alcuni modelli sono dotati anche della funzione di compressore, che può servire per piccoli lavoretti domestici, come ad esempio la pulizia del proprio giardino.
  • Aspirapolvere ciclonico: si tratta di una normale scopa elettrica, ma con il nuovissimo sistema detto appunto “ciclonico”. In pratica con questo sistema l’aria aspirata viene fatta girare in modo tale da generare un piccolo vortice, questo fa si che la polvere, per via della forza centrifuga, finisca in un raccoglitore a parte, riducendo la manutenzione dell’aspirapolvere e l’intasamento del filtro, molto comune nelle scope tradizionali.

Scopa aspirapolvere prezzi e offerte

prezzi e offerte scope elettricheCome hai visto fin qui quindi i modelli di sistemi aspiranti sono tantissimi, ovviamente ognuno di questi possiede un prezzo differente dall’altro. Va detto comunque, che restando nell’ambito della scopa elettrica, un buon prodotto ha un costo medio che si aggira attorno ai 120-130 euro. Ma non spaventarti, in commercio puoi trovare delle buone soluzioni, magari adatte alle tue esigenze, anche a prezzi inferiori.

Non è troppo difficile, infatti, trovare soluzione per 70-80 euro. Magari saranno ancora con il cavo, qualcuna potrebbe fare ancora uso del classico sacchetto e certamente non possiedono il nuovo sistema ciclonico, tuttavia sono sempre migliori della normale scopa, che sposta ed alza polvere. Ovviamente se le tue esigenze non sono altissime questi sono modelli che possono fare benissimo al caso tuo.

Se invece hai esigenze di tipo diverso, soggetti allergici in casa, animali che ti lasciano peli dappertutto e soprattutto hai a disposizione un budget superiore, allora puoi lanciarti nella scelta di un modello all’ultimo grido, dotato di tutte le ultimissime tecnologie e che ovviamente ha un prezzo medio nettamente superiore, certamente sopra i 200 euro. Tuto come al solito dipende da te e dall’uso che vuoi fare del tuo nuovo elettrodomestico.

Le nostre conclusioni

Scopa elettrica 4.07/5 - voti: 56

Siamo arrivati al termine di questa lunga pagina. Sono certo che ormai possiedi tutte le informazioni necessarie ad operare la tua scelta migliore. Se sei deciso e hai bene in mente quale possa essere il modello più adatto alle tue esigenze, significa che il nostro lavoro non è stato inutile, se invece nella tua mente dovesse ancora insinuarsi qualche dubbio, puoi approfondire la lettura passando ai nostri articoli o alle nostre recensioni.

Qui trovi prezzi e offerte migliori di scope elettriche!